3 rimedi naturali per affrontare l’autunno al meglio

Alimentazione naturale/ Tutti gli articoli
Share on Facebook71Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Non so tu, ma per quanto mi riguarda il passaggio dall’estate all’autunno è sempre un po’ complicato. In realtà non mi dovrei stupire… siamo o non siamo parte di un unico grande organismo vitale? Il clima diventa sempre più fresco e umido, le ore di luce calano e mentre d’istinto le piante e gli animali si preparano all’inverno, noi esseri “civilizzati” ritorniamo al lavoro a pieno ritmo e gestiamo casa e famiglia senza sosta. Insomma, vogliamo proprio fare tutto senza perdere colpi.

Per fortuna però, a scuoterci dall’oblio ci sono i nostri cari “campanelli d’allarme”.
La svogliatezza prende il sopravvento? L’umore è sotto i piedi? Hai sempre voglia di mangiare? É tutto “normale”. Sono i segnali del tuo organismo che si sta adattando al cambio di stagione condizionando così il regolare svolgimento di alcune funzioni.

Se soffri poi di patologie articolari come me, le cose non possono che peggiorare.
Il calo delle temperature e l’aumento dell’umidità provocano effetti negativi sulle nostre articolazioni, soprattutto all’inizio del movimento a freddo… quindi prima agisci e meglio è.

E allora? Vuoi ancora subire o “correre” ai ripari? I modi per superare questo obbligato passaggio esistono e sono, come sempre, a portata di mano. Scopriamo insieme i 3 rimedi naturali per affrontare al meglio l’autunno.

io-con-cassetta-frutta

Aumenta le difese immunitarie

Da qualche anno ho preso la buona abitudine di prevenire il passaggio di stagione assumendo “integratori” naturali a difesa dell’organismo. Si sa che ogni individuo reagisce a questi prodotti in modo molto personale e non sempre prevedibile; se poi si è affetti dalla SMC (Sensibilità Multipla alla Chimica) questi possono diventare anche molto pericolosi. Quindi il mio consiglio è di farseli prescrivere sempre dal medico igienista da cui si è seguiti, anticipandone l’assunzione, se possibile, con un test. Premesso questo, ecco alcuni spunti.

I prodotti dell’alveare

Un alimento consigliato da L. Costacurta e che in casa mia non manca mai è la pappa reale fresca. Di supporto alla trofoterapia, questa preziosa sostanza può essere utile nei casi di un indebolimento organico tipico di questa stagione. Da quando la prendo regolarmente, non mi ammalo più!

“La nuova dietetica” propone la dose di un cucchiaino da caffè (per poter entrare facilmente dentro al vasetto, io uso il manico) messa sotto la lingua (a me dà fastidio alle ghiandole salivari, quindi la metto sopra). Va presa ogni mattina a digiuno per 3 mesi, rispettando una pausa di 7 giorni ogni 30.

Controindicazioni: fa venire una gran fame… “uomo avvisato mezzo salvato”! 🙂

Anche il polline, in mancanza di energie, nelle affezioni dell’apparato digerente e del fegato e in caso di nevrosi, è un ottimo prodotto. Il consiglio è di assumerlo sempre a digiuno o molto lontano dai pasti. La dose per un adulto può variare da 1 a 2 cucchiaini da the al giorno, sciolto in bocca o in un po’ d’acqua, per 2-3 mesi.

Altra sostanza dalle molteplici proprietà medicinali proveniente dalle api è la propoli. Il trucco è acquistarla pura dal tuo apicoltore di fiducia e metterne 2 gocce appena alzati o prima di andare a letto direttamente in gola.

Integratore Alimentare Tonico Ricostituente Pappa Reale Fresca 10 G

ERBA VITA - Salute e Bellezza

Attualmente non disponibile
POLLINE dei fiori SECCO italiano 125 g

Apistore - Salute e Bellezza

Attualmente non disponibile

I funghi medicinali

Nell’ultimo mese mi alzavo al mattino con una stanchezza tale da trascinare i piedi a ogni passo. Il mio medico mi ha suggerito il Maitake (o il Reishi), un fungo medicinale utile per il potenziamento della risposta immunitaria. Per ora il mio fisico lo riesce a sopportare molto bene e mi ha ridato forza e vitalità in pochi giorni… un vero portento!

Mangia i cibi giusti

La Natura è talmente intelligente e perfetta che ad ogni stagione ci offre i cibi di cui abbiamo più bisogno. Vuoi sapere quali? Eccone alcuni, seguendo i consigli de “La nuova dietetica” di Luigi Costacurta.

L’uva

In questo periodo la trovi in gran quantità in tutti i supermercati: rossa, bianca, dagli acini oblunghi o rotondi… davvero affascinante in tutte le sue qualità!

È un alimento energetico e decisamente terapeutico: ha proprietà diuretiche e lassative; infatti, favorendo l’eliminazione delle tossine, è un disintossicante. Regola l’equilibrio organico dei valori dell’azoto, del colesterolo, della glicemia… ed è un ottimo rimedio per l’arteriosclerosi. Esercita una benefica azione su tutti gli organi della digestione in quanto regola il processo delle fermentazioni intestinali.

Si può consumare allo stato fresco, secco (io ne vado matta!) o in succo (non fermentato), del quale se ne può bere anche un litro al giorno, sorseggiandolo un po’ alla volta lontano dai pasti.

Allo stato integro, si consiglia di consumarla ben matura e ben lavata e di ingerire la buccia il meno possibile; questo vale soprattutto per le persone dispepsiche come me (nelle quali è palese la secrezione iperacida) in quanto la buccia possiede la proprietà di stimolare in modo eccessivo i fenomeni secretivi.

La zucca

Simbolo della famosa Jack-o’-lantern di Halloween, questa pianta dal sapore dolciastro possiede proprietà alcalinanti e quindi nutrienti, diuretiche e lassative.

Nella trofoterapia è perfetta in caso di astenia, affezioni gastroenteriche, dispepsie, affezioni cardiache, insufficienza renale e infiammazioni delle vie urinarie, diabete e stati di insonnia. Il consiglio di L. Costacurta è di consumarla in succo, 2 o 3 tazzine al giorno prima dei pasti o allo stato integrale insieme alle insalate miste crude…. provare per credere!

Da un punto di vista nutrizionale sono ottimi anche i suoi semi, ricchi di sali minerali e di sostanze utili per abbassare i livelli di colesterolo. Basta aggiungerli alle insalate miste o a un’ottima vellutata.

Le castagne

La castagna viene considerata un alimento di primaria importanza per i mesi più freddi grazie al suo apporto calorico (l’autore ne consiglia l’assunzione almeno 3 giorni a settimana).

Sono nutrienti, energetiche, toniche del sistema muscolare, nervino e circolatorio, lassanti ed antisettiche. Inoltre l’elevato tasso di minerali (potassio, fosforo, zolfo, calcio…) e la presenza di vitamine le rendono consigliabile proprio a tutti.

“La nuova dietetica” suggerisce di mangiarle cotte in caldarroste, ben masticate e insalivate, oppure in purea, mai associate ad altri alimenti (acqua compresa, altrimenti rallenti pericolosamente i tempi di digestione). In sostanza vanno assunte a pranzo o a cena, ma sempre da sole!

Gli agrumi

La vitamina C in questo elenco non poteva proprio mancare. Se mi segui da un po’, conosci bene il mio amore per questi frutti… in casa mia non mancano mai. Domenica, ad un mercatino qui in provincia, ho trovato la clementina siciliana… davvero gustosa!

Ricerca i raggi solari

Il binomio “sole e salute” è inequivocabile. Il nostro corpo ha bisogno quotidianamente di tutta la luce naturale possibile.
Perché? M. Lazaeta risponde:

“Per istinto la gente si rende conto della proprietà purificatrici del sole quando espone ai suoi raggi le coperte e altro, per liberarle dagli odori e umori malsani; sì, perché i raggi solari, penetrando ovunque, distruggono quanto di mortale c’è, e danno vita a ciò di cui l’uomo necessita”.

Effettivamente, come dargli torto? Quindi fai spesso passeggiate all’aria aperta, preferendo se possibile le ore del mattino (e cioè quando l’azione magnetica e vivificante è più potente), e fai entrare più che puoi i raggi del sole in tutte le stanze della tua casa.

Concludendo

Comunque nei mesi autunnali, quando regna l’(iper)attività, cerco di fare mio il motto “Tutti sono utili, nessuno è indispensabile”. E così ogni tanto, nel tardo pomeriggio, spengo tutti i telefoni e mi lascio avvolgere dal mio caldo scialle di lana sorseggiando un buon centrifugato d’uva sul mio comodo divano! E tu, come intendi affrontare l’autunno?

Share on Facebook71Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

2 Commenti

  • Rispondi
    Mario
    27 novembre 2016 at 10:20

    Non conoscevo questa pagina… Interessante e fatta con la necessaria leggerezza….

    • Elena Castellari
      Rispondi
      Elena Castellari
      30 novembre 2016 at 17:53

      Ciao Mario! Grazie per essere passato di qui e per le tue belle parole. Un caro saluto

    Cosa ne pensi? Lascia un commento!

    AVVERTENZA

    L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

    Ti potrebbe interessare