Come affrontare la malattia e capire dove stai sbagliando

Pensiero positivo/ Tutti gli articoli
Share on Facebook418Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

L’argomento di oggi me l’ha suggerito una ragazza del gruppo “Fibromialgici uniti” di Facebook che lamentava bruciori alle gambe e la difficoltà di vivere con quel fardello senza avere alcun aiuto dalla medicina ufficiale. Ma la cosa che mi ha colpito di più è stato il suo post successivo:

Alimentazione: io vado alla grande! Una volta a settimana nuoto alle terme. Faccio regolarmente massaggi e cammino spesso. Cosa mi manca?

Situazione disarmante. Stai male e nonostante gli sforzi, brancoli nel buio. Di qualunque malattia si tratti, se non hai le giuste conoscenze e consapevolezza per affrontarla (o tanti milioni di euro!) rischi di farti schiacciare dagli eventi e di vivere in un incubo.

Con aiuto o senza, hai preso provvedimenti, hai fatto delle scelte. Tutte giuste? Forse… ma non ho sufficienti elementi. Il fatto è proprio questo: non ci sono ricette uguali per tutti. Non devi ragionare a compartimenti, ma vedere il quadro nella sua interezza. Non puoi tenere conto solo degli aspetti fisici, ma anche di quelli biologici, somatici e psichici.

In sintesi, non esiste una sola ed unica soluzione, esiste la tua soluzione, e diffida da chi ti dice il contrario. Conosco fibromialgici che sono diventati asintomatici in pochi mesi… io ci ho messo 2 anni e non ho ancora smesso di lavorarci!

Chiederti “Cosa manca?”, “Dove sto sbagliando?” è un ottimo punto di partenza; è proprio quello che dovremmo domandarci tutti noi malati ogni volta che subentra un sintomo, ogni volta che stiamo male! Una cosa è certa: qualcosa non va! Hai trascurato alcuni fattori oppure hai fatto scelte sbagliate. Prova a capire insieme a me cos’è successo.   

1.  ASCOLTA I SEGNALI D’ALLARME

impara a chiedere aiuto bisNonostante la civiltà moderna abbia allontanato l’uomo dalla sua essenza naturale, “la Natura ha dotato l’essere umano di una sorta di campanelli d’allarme affinché si accorga quando sta andando fuori strada (…).” Questi “segnali” non sono altro che i dolori e i malesseri che disturbano il nostro corpo e la nostra mente.

Purtroppo la nostra prima reazione è quella di rimuovere e cancellare questi sintomi con l’uso dei farmaci… SBAGLIATO! Il dolore non va allontanato, ma compreso, ricercandone le origini. Se ci pensi, con il medicinale il sintomo viene messo a tacere per un po’ di tempo, ma poi, di lì a poco, ricompare magari in una forma più profonda o, più subdolamente, cambiando direzione. Ti capita, vero?

Quindi far tacere i propri sintomi non può essere la soluzione dei tuoi problemi, anzi… stai solo gettando le basi per averne altri! Allora cosa fare?

Comincia col farti un esame di coscienza e ad ascoltare attentamente i segnali che il tuo corpo ti sta lanciando.

  • Digestione lenta?
  • Pancia gonfia?
  • Intestino irregolare?
  • Mancanza di forze?
  • Eczemi cutanei?

La colpa potrebbe essere del fegato.

  • Difficoltà del sonno?
  • Difficoltà di concentrazione?
  • Sbalzi d’umore?
  • Stanchezza?
  • Frequenti mal di testa?

Questi sintomi potrebbero indicare un affaticamento del sistema nervoso.

L’ascolto è il primo passo verso la comprensione e quindi verso il benessere… non sottovalutarlo.

N.B. Se stai prendendo farmaci salvavita, affidati ad un bravo medico naturopata, lui saprà sicuramente cosa consigliarti.

2. INFORMATI

informatiTi sembrerà banale, ma per capire dove stai sbagliando devi leggere. Sapere è l’arma più potente che hai a tua disposizione, usala! Vuoi capire le origini dei tuoi problemi e dei tuoi malesseri? Informati sull’argomento, leggi come riequilibrare l’organo che ti sta mettendo in difficoltà. Inizia il tuo percorso ora.

Non sai da dove partire? Questi sono i miei consigli:

– “La medicina naturale alla portata di tutti” di Manuel Lazaeta Acharan

Offerta
La medicina naturale alla portata di tutti

Manuel Lezaeta Acharan - Accademia Naz. G. Galilei - Edition no. Ottava Edizione 1983 (10/01/2016) - Copertina flessibile: 538 pages

27,00 EUR - 10 26,90 EUR

– “La nuova dietetica” di Luigi Costacurta

La nuova dietetica. Equilibrio termico del corpo, combinazioni alimentari, trofoterapia, trofologia, prandiologia, trofogastronomia

Luigi Costacurta - Accademia Naz. G. Galilei - Edition no. 14 (03/01/2017) - Copertina flessibile: 640 pages

27,55 EUR

Con questi autori non puoi che andare sul sicuro, a prescindere dal titolo.

Un buon “Manuale di Naturopatia” a mio avviso non deve mancare. Io ho quello dell’Istituto Riza, a cura di Gabriele Guerino Rocco, dal quale ho tratto la frase sui ‘campanelli d’allarme’ che hai letto sopra.

Manuale di Naturopatia: Le terapie naturali più efficaci per la tua salute

Istituto Riza di Medicina Psicosomatica - Edizioni Riza - Formato Kindle - Italiano

La collana “I macro tascabili del benessere” (Macro Edizioni) offre libri sulla salute che puoi consultare con facilità in ogni momento: “Curare i reumatismi con metodi naturali”, “I rimedi naturali per depurare e curare il fegato”, “Curarsi con acqua e limone”… Ce n’è per tutti i gusti: basta solo scegliere!

Offerta
Curare i reumatismi con metodi naturali

Paolo Giordo - Macro Edizioni - Copertina flessibile: 128 pages

5,90 EUR - 0,89 EUR 5,01 EUR
Offerta
I rimedi naturali per depurare e curare il fegato

Roberto Marrocchesi - Macro Edizioni - Copertina flessibile: 128 pages

5,90 EUR - 0,89 EUR 5,01 EUR
Curarsi con acqua e limone

Simona Oberhammer - Macro Edizioni - Copertina flessibile: 24 pages

5,90 EUR

La lista potrebbe diventare davvero lunga, quindi mi fermo qui. Ma tu non farlo! Continua la tua ricerca e se hai qualche libro da suggerire, scrivilo nei commenti.

3.  IMPARA A CHIEDERE AIUTO

impara a chiedere aiutoQuesto è ciò che potrà fare la differenza. Puoi ascoltarti fin che vuoi e documentarti fino allo sfinimento, ma se non impari a chiedere aiuto, la strada sarà ancora più tortuosa di quanto lo è già.

Nel mio percorso ho avuto la fortuna di incontrare una brava psicologa, ma le strade possibili sono varie. Motivatori (detti anche “coach”), naturopati o persone come me che hanno vissuto una situazione simile alla tua sono tutte valide alternative.

4. TIENI UN DIARIO

tieni un diarioSe vuoi sapere dove stai sbagliando o cosa ti manca per stare bene, devi avere un diario. Il diario ha lo scopo di farti vedere il quadro nella sua interezza e di tenerti sul pezzo.

Annota tutti i particolari della tua giornata, anche se apparentemente non importanti: la tua alimentazione (cosa mangi ai vari pasti? fai merende, e con cosa?), le cure che segui (farmaci, integratori, terapie, ecc.), le tue abitudini (quanto movimento fai? quanto tempo dedichi a te stesso?), i tuoi sintomi o dolori (macchie cutanee, prurito, mal di testa, dolori articolari…). È fondamentale!

Se non avessi avuto il mio personale diario di bordo, non sarei riuscita a capire cosa mi faceva stare male e cosa no. Solo così ho compreso che i dolori e le contratture al collo e alle spalle erano insopportabili dopo aver mangiato un piatto di riso, oppure che spuntavano delle macchie rosse e pruriginose alle mani dopo aver assunto un certo integratore. Insomma, devi prendere in considerazione ogni singola cosa, senza trascurare nulla.

Vedrai, ti si aprirà un mondo di coincidenze, e col tempo capirai che proprio coincidenze non erano!

ORA TOCCA A TE

Questi sono solo alcuni spunti per cominciare a capire dove stai “sbagliando”, cosa manca per migliorare le tue condizioni di salute: un modo per fare il punto della situazione e ripartire. Se stai già facendo alcune di queste cose, probabilmente sei sulla giusta strada. Continua a cercare e, di fronte ai fallimenti, non avvilirti. So bene quanto la strada sia ripida e piena d’insidie, ma non devi perdere mai di vista l’obiettivo finale.

Questi “punti” con me hanno funzionato. Li consideri utili? Aggiungeresti qualcosa? Aspetto la tua opinione o le tue domande nei commenti … non esitare!

Share on Facebook418Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Nessun commento

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

AVVERTENZA

L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

Ti potrebbe interessare