Le “10 regole per rimanere in salute” di Elena Castellari

Curarsi con gli elementi/ Tutti gli articoli
Share on Facebook37Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

È da più di quattro anni che mi occupo di diffondere e far conoscere i principi della Medicina Naturale e le sue sfumature. Ho letto, seguito e sperimentato sulla mia pelle diversi regimi e ho potuto constatare che, per vivere in salute, vi sono principi indissolubili sui quali non si può dubitare. Con il tempo, lo studio, l’esperienza e il caro vecchio “buon senso” ho sviluppato un mio proprio pensiero basato sulla Naturopatia; questo ha dato vita a un metodo personale che amo chiamare “Vivi Trovo” proprio come il mio blog. È complesso e strutturato per tappe e, se lo desideri è a tua disposizione.

Vuoi sapere di cosa si tratta? Ho provato a sintetizzarlo in questo articolo.
A questo punto non devi far altro che leggere il seguente elenco e tentare di mettere in pratica i miei semplici ma importanti principi. Are you ready? 🙂

Le “10 regole per rimanere in salute” di Elena

  1. Evita il più possibile i dolci. Nel caso, sostituisci gli zuccheri semplici e la dolcificazione con: zucchero di canna integrale 100% o miele o stevia o fruttosio o sciroppo d’agave (acquista sempre prodotti di alta qualità privi di sostanze chimiche).
  2. Assumi prevalentemente carboidrati (frumento, avena, riso, orzo, miglio, sorgo, grano saraceno, quinoa…) allo stato integrale e ricchi di fibra.
  3. Consuma sempre carboidrati, proteine e verdura nello stesso pasto, in uguali quantità (un terzo + un terzo + un terzo).
  4. Riduci bene in poltiglia il cibo prima di deglutire; annusa le preparazioni alimentari prima di portarle alla bocca e posa sempre la posata tra un boccone e l’altro.
  5. La frutta va mangiata per merenda (o almeno mezz’ora prima dei pasti principali o tre ore dopo) e di 1 solo tipo per volta (aspettare almeno un’ora fra un tipo e l’altro). È meglio consumare gli agrumi in succo diluiti con acqua, preferibilmente al mattino a digiuno.
  6. Bevi molta acqua (almeno 1,5 – 2 litri al giorno), soprattutto fuori dai pasti.
  7. Pratica attività fisica con regolarità, per aumentare la sensibilità insulinica (da 20 a 60 minuti al giorno, 2-3 volte a settimana: ogni situazione è a sé).
  8. Distribuisci i pasti di ogni giornata in modo tale che la prima colazione sia il pasto più ricco, mentre pranzo e cena vadano successivamente a ridursi in quantità.
  9. Controlla i segnali infiammatori, come quelli delle reazioni agli alimenti, mangiando quei cibi “a rotazione” per recuperare tolleranza alimentare.
  10. Affronta la vita con un pensiero positivo e impara a gestire quotidianamente lo stress con l’aiuto di respirazioni lunghe e profonde, visualizzazioni, aromaterapia e floriterapia.

Fai regolarmente esami del sangue per monitorare la tua situazione e impara ad ascoltarti: è il tuo corpo a dire ciò di cui hai bisogno… presta sempre la giusta attenzione!

Perché non tentare?

La Medicina Naturale vanta successi nell’80% dei casi con patologie dichiarate incurabili dalla medicina convenzionale. Non ti sembra un buon motivo per provare? Allora… cosa aspetti a contattarmi? Insieme ce la faremo!

Share on Facebook37Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Nessun commento

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

AVVERTENZA

L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

Ti potrebbe interessare