Le 10 regole per essere in salute di Luigi Costacurta

Alimentazione naturale/ Tutti gli articoli
Share on Facebook46Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Come ogni avventura che si rispetti, per raggiungere la cima bisogna partire dalle basi.

Secondo l’igienista Luigi Costacurta la salute del nostro corpo è condizionata ESCLUSIVAMENTE dalla salute del sangue ed essendo quest’ultimo il risultato della nutrizione, il processo del sistema digerente risulta essere il centro della questione.

Detto questo, ecco quindi le 10 regole generali, indicate nel libro “La nuova dietetica”, per ottenere una perfetta digestione e riuscire così a essere in salute.   

Le 10 regole per essere in salute di Luigi Costacurta

1. È fondamentale abbinare il cibo in base alle compatibilità digestive (vedi “tabella compatibilità alimentare” in fondo all’articolo).

2. I cereali in genere (frumento, avena, riso, orzo, miglio, segale…) vanno assunti sempre integrali (rientrano in questi alimenti il riso rosso e nero).

3. La frutta va consumata almeno mezz’ora (o meglio ancora un’ora) prima dei pasti principali o tre ore dopo, rigorosamente di 1 solo tipo per volta (aspettare almeno un’ora fra un tipo e l’altro). Gli agrumi si devono consumare in succo diluiti con acqua, preferibilmente al mattino a digiuni.

4. Evitare il più possibile i dolci; quando assunti, si devono mangiare da soli e mai a fine pasto. In genere sostituire lo zucchero bianco con: zucchero di canna integrale 100% o miele o fruttosio.

5. I formaggi vanno mangiati preferibilmente a pranzo e mai insieme al pomodoro. Quando si parla di formaggio, si fa riferimento a quello fresco (ricotta, squacquerone, mozzarella…), meglio se di produzione artigianale.

6. Mangiare pasta, o legumi, di sera solo se dopo si praticano almeno due ore di sport.

7. Eliminare la proteina della carne (in particolare la rossa e tutta quella non biologica) e del pesce (in particolare i crostacei).

8. Evitare di bere ai pasti (al più acqua oligominerale o succo di ortaggi, assunto con un cucchiaino): i liquidi rallentano la digestione.

9. Eliminare il vino e le bevande gassate, soprattutto durante i pasti.

10. Masticare bene il cibo: in bocca deve essere ridotto in poltiglia.

TABELLA COMPATIBILITÀ ALIMENTARE


Aggiornato il 20/01/2019

Share on Facebook46Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

2 Commenti

  • Rispondi
    Heba Saad Selim
    13 giugno 2019 at 15:54

    Sono regole alimentari molto corrette e basilari. Grazie

    • Elena Castellari
      Rispondi
      Elena Castellari
      17 giugno 2019 at 17:21

      Ciao Heba Saad Selim, grazie per il tuo commento.
      Devo tantissimo a queste regole, col tempo e l’esperienza però le consiglierei in maniera meno restrittiva. 🙂
      Un caro saluto

    Cosa ne pensi? Lascia un commento!

    AVVERTENZA

    L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

    Ti potrebbe interessare