Leggere le etichette alimentari: un grande aiuto per la tua salute

Alimentazione naturale/ Tutti gli articoli
Share on Facebook65Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Passo un terzo della mia vita al supermercato, o meglio, ai supermercati. L’età può avere le sue colpe, ma se fossi certa che quello che il negozio mi propone è prodotto a “regola d’arte, non perderei così tanto tempo a leggere le etichette alimentari.

Tanto per entrare con tutte le scarpe nel problema, riporto di seguito gli ingredienti di una nota marca di biscotti presenti negli scaffali di un ipermercato.


Ingredienti

Farina di frumento – Zucchero – Olio di semi di girasole – Burro – Cacao 3,6% – Cioccolato 3,5% (pasta di cacao, zucchero, burro di cacao, aroma naturale vaniglia, emulsionante: lecitina di soia) – Latte scremato in polvere – Granella di zucchero 2% – Uova fresche – Miele – Nocciole 0,8% – Agenti lievitanti (carbonato acido di sodio, carbonato acido d’ammonio, tartrato monopotassico) – Amido di frumento – Sale – Aromi (latte) – Albume d’uovo in polvere – Amido di mais.


Ecco un comune esempio di ciò che una delle tante aziende alimentari ci vuole “offrire”.

La questione è abbastanza evidente: gli alimenti elencati, in buona parte, non hanno alcuno scopo nutrizionale (per non parlare poi dei vari additivi, nati solo per migliorare l’aspetto, il sapore, il colore e il profumo di questi prodotti!). Quindi…

Perché comprare questo prodotto?

I motivi sono molteplici: perchè te lo dice la pubblicità, perchè è buono, perchè sono i più economici, per praticità e, magari, un po’ per abitudine! Facciamo sempre tutto così di corsa che non abbiamo certo il tempo di preparare in casa dei biscottini buoni e genuini, creati con poche materie prime sane e nutrienti!

L’argomento però è serio e mi stupisco soprattutto quando penso che siamo nel ventunesimo secolo, tecnologicamente avanzati e in grado di accedere con qualche clic a tutte le informazioni che vogliamo, in modo da poter capire cosa ci fa bene e cosa no. Allora come risolvere il problema?

Fai attenzione!

Sono consapevole che acquistare questi prodotti semplifica la vita (e non di poco), ma a quale prezzo? Per chi ha già problemi di salute (ma non solo) certe sostanze sono dannose, soprattutto se consumate quotidianamente e per anni.

Quindi fai sempre molta attenzione alle scelte che fai al supermercato: leggere le etichette alimentari può risolvere buona parte dei tuoi problemi.

Il consiglio però più sincero che posso darti è di cucinare con le tue mani tutto ciò che mangi, usando ingredienti biologici, integrali e di buona qualità… naturalmente fatti con tanto amore.
Se non hai idee, nella categoria “ricette trofo (sulla destra) trovi alcuni dei miei esperimenti… dagli un occhio!

A questo punto non posso che augurarti buoni acquisti e naturalmente tanta, tanta salute!

Share on Facebook65Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Nessun commento

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

AVVERTENZA

L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

Ti potrebbe interessare