Quali controlli preventivi sono determinanti?

Curarsi con gli elementi/ Tutti gli articoli
Share on Facebook10Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

È innegabile: i controlli preventivi sono fondamentali per ridurre il rischio di malattie o le complicazioni del proprio stato di salute. Gli eccessi sono inutili, ma anche l’assoluta trascuratezza è sbagliata.
Adottare uno stile di vita e alimentare salutari permette sicuramente di avere delle buone basi ma, nonostante le dovute attenzioni, non è detto che sia sufficiente.
Io, per esempio, ci sono cascata alla grande; così ho pensato di scrivere questo breve vademecum (senza essere troppo scontata), sperando di non cadere più nella trappola.

Esami del sangue (e non solo)

Li faccio regolarmente due o tre volte all’anno (dipende dalle esigenze), ma il mio medico di prassi non prende in considerazione questi tre valori, che sulla mia pelle (e non ho usato un termine a caso!) ho scoperto essere determinanti:

  • Vitamina D: un sacco di studi ne confermano l’importanza. A cosa serve? Ecco alcuni benefìci:

– stimola l’assorbimento del calcio
– possiede molte proprietà anticancerogene (in particolare per colon e mammella)
– riduce il rischio di diabete di tipo II
– aumenta la tonicità muscolare e la forza fisica
– stimola il sistema immunitario
– riduce le infiammazioni.

I valori dovrebbero aggirarsi fra i 20 e i 100 ng/mL, ma molti esperti sostengono che il valore ottimale dovrebbe essere intorno agli 80!

  • Vitamina B12: se non mangi molte proteine animali come me, questa vitamina va assolutamente assunta: il midollo la sfrutta per produrre i globuli rossi.
  • Parassiti intestinali: ti sembrerà strano ma molti problemi di salute sono legati alla presenza dei parassiti: un controllo in questo senso va preso in considerazione.

Essere inoltre a conoscenza di altri valori come: calcio, fosforo, ferro, zinco, magnesio, proteine totali e acido folico non guasterebbe per avere un quadro generale della propria salute.

 Controlla i tuoi denti ogni anno

Una regolare ispezione dal dentista può salvarti da eventuali problematiche future. Anche in questo caso parlo per esperienza personale: il giorno prima di partire per le vacanze (aaah!!!) mi si è rotto un dente a metà a causa di una carie. Ovviamente non si vedeva (era interna) e, stranamente, non mi dava alcun fastidio. Alla fine dei giochi ho dovuto devitalizzare il dente e, premesso che non riesco ad assumere antibiotici (il mio fisico li rigetta!) e che gli antinfiammatori mi scatenano effetti collaterali, ho passato delle brutte ore. Fortunatamente ho retto bene l’anestesia… ma confesso che la preoccupazione mi è davvero sparita il giorno dopo l’intervento! Quindi se vuoi evitare certi problemi, ti consiglio di non sottovalutare questo aspetto.

Lo stai già facendo?

Oltre agli accertamenti di prassi che il tuo medico può ritenere i più giusti per te, i punti che ho elencato sono, a mio avviso, quelli che ognuno dovrebbe fare costantemente per tenere sotto controllo la propria situazione di salute.

Lo fai già? Hai altri suggerimenti? Racconta la tua esperienza.

Share on Facebook10Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Nessun commento

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

AVVERTENZA

L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

Ti potrebbe interessare