7 alimenti quotidiani fondamentali

Alimentazione naturale/ Tutti gli articoli
Share on Facebook157Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Ormai è chiaro. Ci sono alimenti inutili, nati solo per fare danni e creare pericolose dipendenze al nostro organismo. E poi ci sono gli alimenti fondamentali, quelli che fanno la differenza e che ti cambiano la vita.

Non è semplice nutrirsi solo di alimenti salutari, ma questo lo sai già. Però esiste un modo per evitare le tentazioni: eliminare dalla dispensa (senza troppi sensi di colpa!)  tutto ciò che è dannoso per la salute e circondarsi esclusivamente dei cibi giusti. Quali?

Ti propongo la mia lista, cioè i 7 alimenti di cui non posso più fare a meno per stare in salute.

1.    LIMONE IN SUCCO
2.   CAROTE CENTRIFUGATE
3.   OLIO
4.   ACQUA
5.   VERDURA E FRUTTA DI STAGIONE
6.   CEREALI INTEGRALI
7.   PROTEINE

Limone in succo

Purtroppo è un alimento sottovalutato o, peggio ancora, considerato pericoloso! Al contrario, se preso esattamente come indicato, ha un potere curativo di altissimo livello. Non a caso Costacurta lo considerava il farmaco universale!

La mia esperienza personale con la spremuta di limone è di pura “dipendenza”. È la prima cosa che bevo appena alzata da quando ho iniziato il mio percorso “trofo” (con una pausa di una settimana ogni tre mesi, per evitare l’assuefazione). Nell’articolo “Spremuta di limone e arancia” trovi tutte le indicazioni che ti servono per assumerlo correttamente.

Non lo nego: all’inizio è stata dura; rompere le mie abitudini mattutine a me tanto care, per non parlare poi del sapore così aspro! Ma i benefici sono stati a dir poco immediati, 5-6 giorni… da quel momento gli ho dichiarato amore eterno e lo consiglio proprio a tutti!

Se vuoi saperne di più, nel libro “Curarsi con acqua e limone” di Simona Oberhammer (Macro Tascabili del Benessere) trovi tante utili informazioni su questa semplice bevanda capace di trasformarsi in una vera e propria medicina naturale.

Carota centrifugata

Prima della cura trofoterapica, mi ammalavo continuamente (minino 4 antibiotici all’anno): tonsilliti, bronchiti, otiti… prendevo tutte le influenze possibili. La guarigione richiedeva sempre più tempo e i postumi duravano giorni! Sai di cosa parlo, vero? 🙂

Ora il massimo che mi succede è un raffreddorino. Vuoi sapere il mio trucco? Bevo tutti i giorni un centrifugato fresco di carote unito al sedano (o al finocchio) e una mezza foglia di cavolo verza.

Come indicato nel libro “La nuova dietetica” di L. Costacurta, la carota ha proprietà:

· toniche rimineralizzanti in special modo a livello emoglobinico;
· toniche ed equilibranti del sistema linfatico, nervoso ed endocrino;
· rigeneratrici della struttura tessutale in genere;
· immunitarie naturali.

Infatti in trofoterapia “viene prescritta negli stati di intossicazione, nelle astenie, nelle anemie, nei processi di demineralizzazione, nelle affezioni dell’apparato digerente in genere, nelle affezioni epato-biliari e renali, nelle affezioni delle vie respiratorie, nelle affezioni della vista, nelle dermatosi, nella prevenzione delle malattie infettive e di invecchiamento, quindi nell’arteriosclerosi, artrismo e reumatismo”.

Una vera panacea. In casa mia la carota (così come il limone) non manca mai!

Olio

Impossibile non trovare nelle nostre tavole una bottiglia d’olio. Con questo alimento ci condiamo proprio tutto: è diventato una parte integrante della nostra dieta.

L’olio consigliato in trofoterapia è quello extravergine d’oliva di prima spremitura a freddo a bassa pressione, sempre servito a crudo. Ma cosa troviamo veramente sugli scaffali dei nostri supermercati? Il rischio di comprare un olio alterato c’è ed è reale. Quindi se tieni alla tua condizione fisica o hai problemi di salute compra solo olio di buona qualità. Perché? La risposta è semplice: rovineresti il motore della tua auto diesel riempiendone il serbatoio con della benzina?
Ovviamente no! A te le conclusioni.

Oltre all’acidità, al colore e al gusto, a smentire la genuinità dell’olio è il prezzo. Purtroppo, un buon olio extravergine d’oliva bio venduto a meno di 10-12 euro al litro non può essere di qualità. Ma ricorda, se spendi bene i tuoi soldi prima, non dovrai sborsarne più dopo in visite specialistiche o esami inutili!

Acqua

Si sa, l’acqua ha un’importanza vitale per la normale funzionalità dell’organismo (il nostro corpo ne è composto dal 60 al 74%). I motivi sono molteplici:

– è il veicolo di trasporto delle sostanze del processo digestivo e metabolico degli alimenti;
– procura sostanze minerali disciolte in essa;
– partecipa alla trasformazione degli alimenti che assumiamo per nutrirci;
– elimina tutte le scorie che si producono nel processo nutrizionale.

A dir la verità, la lista non finisce qui, ma volendo evitarti tecnicismi inutili, il mio consiglio è: fidati e bevi molta acqua! Nell’arco della giornata infatti quella che assumiamo con il cibo non ci basta. Il quantitativo utile al nostro organismo infatti sarebbe da 1 a 2,5 litri al dì. Due raccomandazioni: prendila a sorsi e nella condizione naturale, cioè mai sotto forma di bibite o bevande gasate e alcoliche.

Le acque minerali più comuni sono: Sant’Anna, San Bernardo, Santa Croce, Levissima, Lilia, Lauretana, Plose, Evian… meglio ancora se in bottiglie di vetro. A te la scelta. Una cosa è certa: assolutamente da evitare l’acqua del rubinetto!

Verdura e frutta di stagione

Verdura

Parte indispensabile della mia dieta sono la verdura e gli ortaggi di stagione. Questi hanno proprietà nutrizionali ad alto livello curativo soprattutto se mangiati in insalata allo stato crudo. Per conoscere tutti i consigli trofoterapici del caso, ti rimando al mio articolo “Come curarsi con il cibo”.

Detto ciò, approfittando dell’ortaggio del momento, ti lascio la mia ricetta trofo di crema di asparagi da servire insieme all’uovo sodo, oppure su una buona fetta di pane integrale precedentemente tostata… da leccarsi i baffi!

Frutta

Dal punto di vista digestivo, come ogni alimento, anche la frutta sollecita una diversa composizione dei succhi gastrici, quindi Costacurta ne “La nuova dietetica” la divide in:

– acida: ananas, arancia, cedro, fragola, kiwi, limone, mandarino, pompelmo, ribes;
– semiacida: amarena, lampone, cachi, mela, melagrana, mirtillo, mora, pesca;
– dolce: albicocca, anguria, banana, dattero, fico, fico d’india, mango, melone, nespola,                   papaia, pera, prugna, uva;
– oleosa: arachide, avocado, mandorla dolce, nocciola, noce, noce di cocco, oliva, pinolo
– farinacea: castagna.

Non mi dilungo nei dettagli della questione e arrivo al dunque: ma quando si deve assumere? E soprattutto: con quali alimenti è compatibile ai fini digestivi?
Per il quando ti rimando all’articolo “Le 10 regole per rimanere in salute“.
Per la compatibilità, ti propongo questo semplice schemino, sempre tratto dallo stesso libro.


SCHEMA FRUTTA


Cereali integrali

Sui cereali ho già scritto un articolo piuttosto corposo (Cereali: dannosi o salutari?). Cosa dirti di più? Ma la mia esperienza sul campo! Eccoti quindi l’elenco dei prodotti che acquisto regolarmente al negozio “bio” di fiducia e che, con fatica e tempo, ho provato e testato su di me.

Bevanda di avena light – “isola bio”
Orzo mondo tostato e macinato (per moka) – “crastan” o “natura sì”
Fiocchi di avena grandi integrali – “baule volante” o “ecor” (500 g)
Fiocchi di riso integrali – “fior di loto” o “ecor”
– Semi integrali di fieno greco, miglio, avena, ecc. – “ecor” (o semi per germogli “geo”)
– Sfogliatine di kamut integrali “Il chicco di grano” (200 g)… guai a chi me li tocca!
– Maltagliati di farro integrale “dicocco” (250g)
– Le farrette di farro integrale (tipo tagliatelline) “dicocco” (250 g)
Farina integrale di Kamut – “vivi bio” o “ecor”
Frollini integrali – “alce nero” (non contengono uova e latticini!): concessione rara! 🙂

N.B. A proposito di cereali… il pane integrale in casa mia non manca mai. Ne compro 6-7 fette ogni settimana nel banco forno, che poi surgelo. Ma se ho tempo preferisco farlo io. Vuoi la mia ricetta trofo? Clicca sul pulsante qui sotto.

 

Proteine

 

Gli alimenti giusti

È importante cibarsi dei giusti alimenti tutti i giorni. Assicurati che nel frigo e nella dispensa ci siano solo cibi nutrienti; ti aiuterà ad avere meno tentazioni.
E tu quali alimenti usi quotidianamente? Racconta la tua esperienza qui sotto e contribuisci a rendere più ricco questo blog.
Ti abbraccio e ti auguro tanta salute!


In fase di aggiornamento.

Share on Facebook157Share on LinkedIn0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Nessun commento

Cosa ne pensi? Lascia un commento!

AVVERTENZA

L'autrice non può essere ritenuta responsabile per l'eventuale uso improprio ed errata comprensione delle informazioni fornite in questo blog, o per qualsiasi danno o lesione alla salute, alle finanze o di altro genere, subiti da qualsiasi individuo o gruppo che ritenga di aver agito in base alle informazioni contenute in questo blog. Tutti i suggerimenti e le opinioni inseriti da me in questo sito hanno finalità divulgative e non intendono sostituire il parere del medico igienista. Sconsiglio pertanto il fai da te e la sospensione autonoma di eventuali cure mediche e/o farmacologiche. Inoltre, prima di provare terapie e prodotti naturali o cibi particolari, occorre accertarsi che questi non interferiscano con altri rimedi (medicinali e non) già in uso e che siano compatibili con eventuali intolleranze o allergie. Se il lettore nutre dubbi sul proprio stato di salute è bene che si rivolga al medico in grado di avere tutte le conoscenze e competenze necessarie allo scopo. NOTA. A tutti coloro che si avvicinano alle pratiche naturali, segnalo che gli igienisti (fra cui il dott. Ettore Hyeraci) promuovono l’autogestione della propria salute; si precisa comunque che tale condizione necessita di una preparazione adeguata conseguibile con specifiche letture e partecipazione a seminari o incontri specifici.

Ti potrebbe interessare